Visitare Firenze con poco tempo e pochi soldi

Firenze è una città meravigliosa, probabilmente la più affascinante d’Italia, su internet si sprecano le guide su cosa fare, dove mangiare ecc.., ma in caso ci si trovi a corto di budget e con poco tempo per visitarla, come successo a me a causa dello sciopero dei treni del 14 novembre scorso, magari questo piccolo post può risultate più utile della più dettagliata guida, che intanto ci vorrebbero giorni per vedere tutto.

Il treno arriva alle 11 alla stazione di Santa Maria Novella, per fortuna in pieno centro, e dobbiamo essere di novo lì alle 5 del pomeriggio per prendere il prossimo treno utile per tornare a casa; abbiamo quindi

6 ore e 15 euro in tasca

 start1

Scesi dal treno, la miglior cosa da fare è investire un euro del risicato budget per comprare la mappa della città da uno dei tanti personaggi che la vendono, noi siamo stati fortunati perchè quello cui ci siamo rivolti ci ha segnato le cose più importanti da vedere, dandoci una grossa mano in quanto non conoscevamo minimamente Firenze (che vergogna..).

Ci fermiamo qualche minuto su una panchina per decidere il percorso da seguire, nella foto sotto la prima parte di esso.

Cattura

Dopo 5 minuti a piedi e raggiungiamo la Basilica di Santa Maria Novella, situata nell’omonima Piazza e costruita intorno alla metà del 1300. Considerata una delle più importanti costruzioni in stile Gotico di Toscana, da fuori appare così, abbastanza diversa dalle solite chiese.

IMG_6343

Dentro si possono ammirare molti affreschi ed il crocifisso di Giotto.

La Piazza è abbastanza grande, quel giorno c’era un mercato di prodotti tipici del sud Italia, tra i quali squisiti arancini siciliani, e, non so cosa c’entrassero, anche molti prodotti greci.

Vorrei poter dire di essere stato due ore a vedere tutti gli affreschi all’interno, in realtà i prodotti culinari hanno attirato la nostra attenzione almeno quanto la chiesa e nel complesso ci siamo fermati una quarantina di minuti; prossima tappa la celeberrima Piazza del Duomo, che raggiungiamo in 10 minuti passando per via dei Cerretani.

Restano 5 ore, 5 minuti e 14 euro

Piazza del Duomo è la più bella piazza che abbia mai visto in tutta la mia vita, oltre che la ragione principale per cui Firenze è considerata così meravigliosa e famosa nel mondo.

Piazza-Duomo-Firenze-1024x829

Dalla foto sopra appare subito chiara una cosa: è impossibile riuscire a prendere bene la piazza per intero in un solo scatto, gli edifici sono troppo grossi e maestosi, ma almeno si riescono a vedere i 3 principali: a sinistra il Battistero di San Giovanni, al centro il Duomo e a destra la Torre di Giotto. Tra la Torre e il Duomo c’è la magnifica cupola del Brunelleschi, simbolo della città.

Questa piazza è fuori dal tempo, da Firenze e dall’Italia, lì tutti i giorni sono uguali, con centinaia di turisti che nelle più disparate lingue chiedono di essere fotografati davanti a questo o quell’edificio, sgomitando letteralmente per riuscire a catturare le angolazioni migliori.

Anche i venditori ambulanti hanno capito il business: non si riesce a fare dieci metri senza incontrarne qualcuno che cerca di vendere l’ormai noto bastone per i selfie, che come potete vedere non ho fatto a meno di comprare.

L’edificio più bello è il Duomo, o Cattedrale di Santa Maria del Fiore.

duomo metto questa

Terminato verso la metà del quindicesimo secolo, è una delle più importanti opere al mondo in stile gotico; anche chi non è un esperto di arte può apprezzare l’originalità dei marmi bianchi e rosa di cui è ricoperto.

Come se non bastasse, ha anche la più più grande cupola in muratura del mondo: la cupola del Brunelleschi, con ben 54 metri di diametro massimo.

618-firenze1

Essendo un luogo religioso, è possibile entrare gratis all’interno, dove però l’ambiente è piuttosto semplice e dunque in netto contrasto con la sfarzosa parte esterna.

Comunque sono da segnalare gli affreschi del Vasari che si trovano proprio nella cupola, all’interno della quale è possibile salire e godere di un ottima vista.

metttere sta cupola

Come a Vilnius, anche in questo caso le campane non i trovano nello stesso edificio della Cattedrale, bensì nel bellissimo campanile di Giotto adiacente ad essa.

Contrariamente a quanto si possa pensare, esso non è stato costruito interramento dal pittore toscano, che morì a metà lavori. Sicuramente il più bel campanile d’Italia, è rivestito in marmi bianchi, rossi e verdi ed è possibile salire fino in cima al prezzo di 6 euro: 414 scalini per 84 metri di altezza.

Giotto's_campanile-263

Di fronte alla Cattedrale si trova il Battistero di San Giovanni, patrono della città. Molto più antico del Duomo, la sua prima citazione risale all’827 dc, ed è stato costruito sulle rovine di un antico tempio romano.

Anche il Battistero è molto bello, tuttavia perde un po’ di valore in quanto situato di fronte ad una delle più affascinanti costruzioni che io abbia mai visto in tutta la mia vita, vale comunque la pena di visitare il suo interno, più bello in questo caso di quello della Cattedrale.

battistero san giovannniBattistero di San Giovanni-8

Ci intratteniamo in piazza del Duomo tre quarti d’ora, davvero il minimo per ammirare cotanta bellezza, quindi

restano 4 ore, 20 minuti e 14 euro

Percorrendo per 10 minuti via dei Calzaiuoli, una delle più eleganti della città, si arriva a Piazza della Signoria, dove si trova Palazzo Vecchio, che ospita il comune di Firenze. Costruito nel quattordicesimo secolo, è stato anche sede del Parlamento italiano nei 5 anni in cui Firenze è stata la capitale del Regno d’Italia.

piazza signoria

Nella Piazza vi sono anche numerose statue, molte delle quali ad opera di Donatello e una, la più famosa, di Michelangelo.

david

Quella sopra a sinistra è soltanto una copia del David di Michelangelo, messa esattamente nello stesso punto in cui si trovava l’originale, situata adesso nella Galleria dell’Accademia delle Belle Arti in via Ricasoli. Costruita nel 1500, questa celebre statua simboleggia il popolo (Davide) che con l’aiuto di Dio sconfigge il tiranno (Golia).

Ci intratteniamo una mezzoretta ad ammirare il tutto,

restano 3 ore, 30 minuti

e ancora due cose fantastiche da vedere, di cui parlerò domani nella seconda parte del Post

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*